SPEDIZIONE GRATUITA in tutta Italia! 🚚💨 Consegna in 10 giorni lavorativi
Shopping Cart

4 buoni motivi per fare l’orto in città

Posted by Marta Ghigliotti on
4 buoni motivi per fare l’orto in città

Riconnettiti alla natura anche in città tramite la scoperta degli orti urbani

Nelle città sta nascendo un innovativo e verdissimo trend, quello degli orti urbani.

Sempre più persone hanno iniziato a coltivare un piccolo orto proprio in città, per potersi riconnettere alla natura, scoprire un nuovo hobby e riscoprire il piacere del coltivare qualcosa con le proprie mani.

In tutto ciò, gioca un ruolo fondamentale anche la consapevolezza dell'importanza degli orti in città, percepiti non solo come un’innovazione agricola, ma bensì come un toccasana per corpo, mente, pianeta e comunità urbana.

Ecco i 4 benefici degli orti in città

Cibo più accessibile, fresco e sano

Coltivare il proprio orto in città permette di avere accesso a cibo freschissimo, Km0, privo di pesticidi e sostanze chimiche.

Non è solo un trend temporaneo, ma è destinato a diventare un’attività sempre più importante nel nostro futuro.
Secondo le previsioni dell’ONU, infatti, sempre più persone abiteranno in contesti urbani, causando una richiesta sempre maggiore di prodotti locali e freschi nelle città.

Spostare parte della produzione alimentare direttamente in città grazie a dei piccoli orti può aiutare a ridurre la filiera agroalimentare e garantire a chi vive in città prodotti sempre sani, freschi e accessibili.

Coltivare un piccolo orto è una scelta sostenibile con un grande impatto positivo!

Benessere del pianeta

Più è vicino l’orto, meno strada devono fare i prodotti che mangi per arrivare sulla tua tavola.
Significa che avere un orto sul balcone permette di ridurre i chilometri percorsi dagli alimenti, l'utilizzo di imballaggi per il trasporto, le emissioni di CO2 e quindi l'inquinamento atmosferico, tutelando così l’ambiente e la nostra salute.

Inoltre, lo sapevi che i terreni destinati all’agricoltura stanno finendo?

Secondo i dati FAO, la ricerca sfrenata di terreni arabili per coltivare sta causando deforestazione e un eccessivo sfruttamento del suolo, con conseguenze terribili per la biodiversità locale e benessere del pianeta .
Eh sì, l’implementazione degli orti in città può essere la nostra salvezza!  

Comunità più forte e unità

Gli orti in città sono importantissimi anche dal punto di vista sociale, perchè riescono a creare e rafforzare il senso di comunità e appartenenza. Coltivare insieme, scambiarsi consigli e condividere i prodotti freschi dell’orto con i propri vicini di casa e amici crea una comunità più unita, forte e sensibile.

Progettare e curare un orto insieme è un bel momento creativo ed educativo, soprattutto per i bambini, che possono sviluppare un apprezzamento per la natura e le abitudini alimentari sane, per non parlare poi del grandissimo senso di orgoglio che si prova nel vedere i primi germogli sbucare! 

Riconnessione alla natura

Abbiamo bisogno di vivere a contatto con la natura, su questo non c’è dubbio.
Uno studio dell’University of British Columbia ha dimostrato che stare a contatto con la natura migliora il nostro benessere psico-fisico. Il verde ci allontana dallo stress e dai pensieri negativi, migliora l’umore e persino la creatività!

Nei contesti urbani sempre più frenetici è fondamentale sapersi ritagliare un spazio di relax verde per ricaricare le batterie e combattere lo stress.

Cibo più fresco, ambiente protetto, comunità più forte, e benessere mentale: questi sono solo alcuni dei benefici di un orto in città, che ci fanno capire che realizzarlo sia un vero e proprio atto rivoluzionario, e fondamentale per il futuro del pianeta!

È anche molto più facile di quello che pensi grazie all’agricoltura verticale.

Con Poty puoi coltivare direttamente sul tuo balcone: ti basta un metro quadro per avere un orto ricco di frutta e verdura, senza zappare, senza fatica e senza pensieri!


Scopri come iniziare il tuo orto in città con Poty, per diventare un urban farmer in men che non si dica!

Newer Post


0 comments

Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published