Carrello

Come scegliere il concime per l’orto urbano?

Pubblicato da Marta Ghigliotti il
Come scegliere il concime per l’orto urbano?

È capitato a molti (parlo per i neofiti), in un determinato momento di spensieratezza, di domandarsi: avrei dovuto comprare anche il concime per le piante? Ma poi è davvero così necessario come si dice in giro?

Fondamentale, non puoi dimenticarti di concimare!

Ogni volta che si inizia a parlare di fertilizzanti con uno che ne sa diventa difficile stargli dietro: concimi in polvere, concimi in granuli, a lento rilascio o concimi liquidi, concimi organici o concimi chimici, lupini, concimi per piante appena germogliate o per piante fiorite, concimi in tutte le salse! Grazie alla collaborazione degli esperti di Symbiagro azienda italiana specializzata nella formulazione, produzione e vendita di nutrizionali e biostimolanti innovativi per l’agricoltura, proveremo a tradurre in italiano ciò che in realtà sembra peggio del legalese, e ci focalizzeremo sui concimi più adatti all'orto in città!

Ma prima dobbiamo capire una cosa:

A che cosa servono i concimi?  

Come per noi “umani” una buona alimentazione ci aiuta a crescere, a svilupparsi e a fortificarci, questo vale anche per le piante! Il concime nutre le piante e permette loro di continuare a crescere e di produrre fiori che si trasformeranno in frutti. La loro mancanza quindi, impedisce il pieno sviluppo e la resistenza alle malattie, attacchi fungini e a condizioni climatiche avverse.

Capiamo ora la loro composizione!

I concimi, altro non sono che composizioni di macroelementi e microelementi. Senza mettere troppa carne al fuoco, ti basterà sapere che i tre moschettieri delle pianti sono: Azoto (N), Fosforo (P), Potassio (K).

  • L’Azoto (N) stimola la crescita delle parti verdi della pianta senza nessun escluso: tronchi, fusti, steli, germogli, foglie, fiori e frutti; e lo fa anche e soprattutto facilitando la fotosintesi, processo fondamentale per lo sviluppo di tutti i componenti della pianta.  

  • Il Fosforo (P) incide sulla produzione delle radici sane e, di riflesso, da forza all'ossatura della pianta; in sua assenza le piante restano piccole, fragili e lo stelo rimane molto sottile.

  • Il Potassio (K) influenza la capacità della pianta di assorbire l'acqua e i nutrienti e determina quindi la qualità di foglie, fiori, frutti e bulbi. In caso di carenza da potassio la pianta si indebolisce diventando facile preda di attacchi di malattie.

Concimi organici, perché l’agricoltura biologica?

Le cose stanno cambiando! Ognuno di noi è sempre più orientato verso abitudini alimentari più sane, come la ricerca di alimenti biologici e per questo motivo risulta fondamentale che alla base del ciclo produttivo agricolo vi sia la presenza di composti naturali, e quindi non chimici.

Se è vero che la lotta chimica è più sbrigativa è anche senz’altro vero che, se non eseguita correttamente, può avere degli effetti negativi sulle piante e anche su di noi (sono infatti da tenere lontani dai bambini). Quindi se vogliamo mangiare prodotti sani, loro stessi devono essere cresciuti in un ambiente salubre ed esentato da sostanze sintetiche!

Symbiagro parla dell'importanza dell’interazione simbiotica tra i componenti del suolo, ovvero il gioco di squadra dei nutrienti per la creazione di ecosistema con una maggiore biodiversità! L’utilizzo di fertilizzanti organici arricchisce il tuo substrato, stimola la produzione di microrganismi e batteri utili, oltre che avere degli effetti sul raccolto e sui benefici finali delle piante consumate. Dall'altro canto i tanto usati fertilizzanti sintetici corrodono il terreno consumando i microorganismi e quindi demolendo rapporti strategici importanti, oltre ovviamente a creare un terreno poco fertile per la crescita delle piante.

Qual è il concime migliore per la coltivazione sul balcone?

Eccoci arrivati alla parte più pratica: “sì, tutto molto interessante, ma alla fine, quale concime compro?”

Un'opzione per incrementare un buon grado di fertilità è di miscelare il tuo substrato con del terriccio o della torba, oppure puoi aggiungere terriccio ricco di nutrienti al tuo substrato anche successivamente al trapianto, sotto forma di compost. Attenzione però, se hai un sistema di irrigazione a ciclo chiuso, ovvero l’acqua in eccesso nel tuo orto viene drenata e riciclata nel serbatoio, come nel caso di Poty, aggiungere torba o terra potrebbe rischiare di otturare la tuo pompa e bloccare l’irrigazione. Per questo motivo è importante chiarire che per l’agricoltura urbana il concime liquido per piante è l’ideale! È questa la categoria di concimi che tratteremo nel dettaglio ed è perfetta per chi coltiva in vaso in casa o fuori in balcone. E poi, i concimi liquidi sono più pratici sia da trasportare che da applicare rispetto ai concimi solidi: si mischia un po’ di concime all’acqua di irrigazione e via, il gioco è fatto! 

Queste non sono supposizioni! Ma nascono dall'esperienza di agronomi professionisti come quelli di Symbiagro e dalle conoscenze dei loro tecnici in laboratorio che consentono di sviluppare soluzioni naturali e di qualità, nel pieno rispetto dell’ambiente e della salute di ogni essere vivente. 

Perché preferire i fertilizzanti liquidi?

Ogni fase di coltivazione richiede dei nutrienti specifici per la crescita della pianta e quindi non è banale in modo indipendente occuparsi di queste particolari attenzioni. Ciò che consigliamo noi di Hexagro infatti è l’utilizzo di kit di fertilizzanti completi, pensati per rispondere a tutte le esigenze delle piante, di facile applicazione e comprensione. 

Ad esempio noi diamo sempre in dotazione ai nostri urban farmer di Poty, il kit  symbioethical veggy A+B. Un kit di fertilizzanti per la completa ed efficace nutrizione dei tuoi ortaggi biologici.

Una volta arrivati a casa basterà seguire le istruzioni in etichetta per il dosaggio, diluire con dell’acqua, annaffiare e goderti le ottime performance nel tuo orto in maniera eco-compatibile ed ecosostenibile.

I concimi liquidi sono la svolta, e il modo migliore per concimare è tramite il sistema di irrigazione automatico! 

Ma in cosa consiste questo sistema di irrigazione?

La ferti-irrigazione è l’aggiunta di sostanze nutritive liquide nell’acqua con cui si bagnano le piante, che poi viene automaticamente fornita alle piante grazie ad una pompa e un timer. In questo modo l’assunzione di nutrienti è molto più semplice, sia per te che dovrai solo versare il fertilizzante liquido in acqua (invece di miscelare substrati), sia per la pianta che assorbirà più velocemente i nutrienti nell'organismo.

Scopri Poty, l’orto verticale che utilizza questo sistema di irrigazione automatico. È pratico e perfetto per il tuo balcone, inoltre non dovrai preoccuparti di quali nutrienti dover dare alle tue piante: sono già inclusi nella confezione. 

Post precedenti Post successivi