Carrello

Perché passare all'irrigazione automatica?

Pubblicato da Marta Ghigliotti il
Perché passare all'irrigazione automatica?

Perché passare all'irrigazione automatica? Consigli per un orto sul terrazzo sempre perfetto

L'irrigazione è una fase vitale per il sostentamento delle piante, siano queste in campo, in giardino, orto o balcone. 

Anche se dare da bere alle piante è un compito noioso, è fondamentale! 

È capitato a tutti di dare troppo (o troppo poco!) da bere e vedere in pochi giorni le piantine che muoiono, senza poter far niente per rimediare. 

Per fortuna esistono dei sistemi di irrigazione automatizzati super accessibili che si occupano di mantenere le piante del tuo orto in vita, dando esattamente la quantità di acqua necessaria alle piante, al posto tuo! 

Utile a tutti, dai farmer alle prime armi, ai genitori con poco tempo, fino a lavoratori spesso fuori casa. 

Ma quali sono i sistemi di irrigazione automatici più diffusi?

Il più classico? Il sistema di irrigazione per aspersione

Distribuisce l’acqua sotto forma di piccole goccioline, ricreando l’effetto pioggia. È fortemente consigliato per gli ortaggi che non soffrono l’acqua diretta sulle foglie, quindi si dovranno evitare coltivazioni come: pomodori, zucchini e una buona parte delle foglie aromatiche.

Tieni a mente inoltre che l’inconveniente di questo tipo di irrigazione è che durante le giornate ventose l'acqua nebulizzata di possa disperdere nell’aria senza bagnare il terreno, sarà quindi necessario creare dei ripari per le correnti 

In questo caso saranno gli urban farmers che coltivano in orizzontale ad adottare questo sistema, proprio perchè il raggio di aspersione è corto e riesce a bagnare un solo piano di coltivazione.

Un altro conosciutissimo e utilizzatissimo sistema è l’irrigazione a goccia! Consiste nel posizionare degli irrigatori tubolari sulla superficie del terreno vicino alle piantine. Gli impianti prevedono oltre ai tubi e ai gocciolatori: una centralina, una pompa, ed un gruppo di filtraggio a sabbia necessario per prevenire le occlusioni dei gocciolatori.

L'irrigazione a goccia risulta perfetta per ogni tipo di ortaggio perché goccia a goccia permette di idratare in maniera corretta le piante raggiungendo bene le radici. Inoltre, grazie ai gocciolatori che rilasciano l’acqua necessaria per le piante il resto del terreno rimarrà asciutto prevenendo la crescita di piante indesiderate. Questo sistema è un'ottima soluzione per il vento, permette di bagnare il terreno, limitare inutili sprechi, risparmiando acqua, energie ed evitando danni alle piantine.

Per l’orto orizzontale i tubi devono scorrere sulla superficie di coltivazione. 

La struttura di posizionamento più intuitiva ed efficace è quella a “pettine”, che consiste in una linea principale determinata da un tubo per l’irrigazione, che andrà ad alimentare più linee di derivazione parallele. 

Allo stesso modo questo sistema funziona anche verticalmente, raggiungendo piantine su vari livelli di coltivazione. In questo caso ci vogliono un po 'più accorgimenti nella realizzazione del sistema rispetto ad un sistema orizzontale. Sarà infatti necessario fissare bene il tubo in verticale e indirizzare i microtubi secondari nei vasi di coltivazione (come in foto!)

Perché passare all’irrigazione automatica?

Non è facile capire le esigenze delle nostre piante e molte volte si rischia di danneggiare o affogare le colture. 

Innaffiare le piante al momento giusto e con la giusta dose di acqua è fondamentale per evitare stress idrici che possono causare patologie da dover risolvere con costosi agrofarmaci.

Un sistema di irrigazione risolve il problema dell’acqua, perché basta impostare orario e durata, e darà da bere alle piante al posto tuo!

È una soluzione utilissima in tutti i periodi dell’anno, e non dovrai più preoccuparti delle tue piante quando vai in vacanza, o chiedere ai vicini di innaffiarle per te!

Grazie al temporizzatore dell’impianto di irrigazione ti basterà impostare il programma più consono alle esigenze stagionali delle tue piante.

A grandi linee, d’inverno ti basterà impostare il timer 5 minuti ogni 2 giorni, d’estate, a causa del caldo, sarà invece opportuno stabilire 5 minuti di irrigazione ogni giorno, il mattino presto o la sera.

È comunque buona consuetudine tenere d'occhio il substrato per controllare che non sia troppo bagnato o ci siano ristagni: l'irrigazione deve essere leggera e costante, quindi se noti ristagni puoi diminuirla leggermente.

L’irrigazione, una questione essenziale da non sottovalutare!

Investire su un impianto di irrigazione risulta inoltre essere sostenibile sia da un punto di vista economico che ambientale, poiché dura nel tempo, richiede poca energia e poca acqua. Non è troppo difficile da montare e con le dovute accortezze nemmeno da mantenere.

Chi inizia a coltivare da zero spesso pensa che il sistema di irrigazione non sia fondamentale, e ci si concentra solo sui vasi, il terriccio, l’annaffiatoio, i semi e le piantine.

La lista della spesa di cose necessarie per iniziare a coltivare è lunga, e comprarle tutte separatamente può essere faticoso e noioso (per non dire costoso!). 

Chi è alle prime armi non sempre sa esattamente quali risorse prendere e quali prodotti invece evitare, e comprare tutto il necessario per iniziare a coltivare può essere più costoso rispetto che comprare sistemi di coltivazione che includono l’occorrente per coltivare e il sistema di irrigazione automatico integrato.

I nuovi sistemi idroponici, scopri Poty

Devi sapere che ci sono dei nuovi sistemi idroponici come Poty, pensati anche per chi è alle prime armi, perché è compreso di tutto il necessario per iniziare a coltivare e guida gli utenti passo per passo nella coltivazione grazie alla guida digitale.

Poty è collegato a un sistema d'irrigazione automatizzato che si prende cura delle tue piante anche quando sei via! Con la ferti-irrigazione che bagna le piante con gocce di nutrienti avrai delle piantine resistenti e produttive, senza dover preoccuparti della concimazione. 

Ti eviterà molta fatica, spreco di acqua e di tempo e ti consentirà di coltivare la passioni per l’orto senza richiedere impegni particolari, permettendoti al contempo di raccogliere e consumare verdure e erbe sane e nutrienti.

I nuovi orti verticali modulari con il sistema d'irrigazione automatica, come Poty si stanno sviluppando sempre di più proprio per queste ragioni. 

Scopri come iniziare il tuo orto in città, per diventare un urban farmer in men che non si dica!

Photo by Cassidy Phillips on Unsplash

Post precedenti Post successivi