SPEDIZIONE GRATUITA in tutta Italia! 🚚💨 Consegna in 10 giorni lavorativi
Carrello

Consigli per l’orto invernale, anche in città

Pubblicato da Marta Ghigliotti il
Consigli per l’orto invernale, anche in città

Consigli per l’orto invernale, anche in città

Vuoi iniziare a coltivare un orticello sul tuo balcone? 

Non aspettare la primavera, inizia ora!

L’orto autunnale/invernale regala molte emozioni e ci tiene compagnia, illumina il nostro balcone di colori vivaci portando nelle nostre giornate grigie un po’ di vitalità e serenità.

Ma non solo, un orticello in casa è in grado di arricchire le nostre cucine con prodotti freschi e salutari anche nei mesi più freddi dell’anno. 

Vale la pena iniziare l’orto nel periodo autunno/inverno? 

La risposta è assolutamente sì! 

Nell’immaginario comune l’orto per eccellenza è quello primaverile ed estivo: vivace, pieno di colori e varietà diverse. L’inverno, invece, è visto come stagione di pausa, durante la quale non ha senso coltivare a causa delle temperature fredde e condizioni atmosferiche poco clementi.
In realtà l’orto in autunno e inverno offre tantissime soddisfazioni, soprattutto a chi è alle prime armi. 

Creare un orto è una pratica genuina che ci aiuta a stare all’aria aperta a contatto con la natura e ci permette di evadere dallo stress.

Coltivare d’inverno non è così difficile come si pensa, perché le varietà invernali sono resistenti, hanno bisogno di meno acqua e cure  particolari. È quindi un ottimo esercizio per allenarsi e prepararsi ad una primavera ricca di varietà colorate e un po’ più impegnative.

Come curare l’orto invernale?

Gran parte delle piante, se tenute adeguatamente al riparo, non richiedono accorgimenti particolari, soprattutto in città.

Se sei un urban farmer ti basterà avvicinare le piante ai muri dell’abitazione, spostandole dalle posizioni più esposte ai venti freddi. Nel caso di forti gelate dovrai però proteggere le tue piantine con un telo di tessuto oppure di nylon, aperto sulla sommità per evitare la condensa. 

Gli ingredienti del sapore: sole e irrigazione

Durante questa stagione dovrai prestare particolare attenzione all’irrigazione, per non fare affogare la pianta e prevenire l’insorgenza di marciume. 

Questo significa ridurre drasticamente l’irrigazione, assicurati di bagnare le piante solo quando le piante hanno il terreno bene asciutto, in giornate non particolarmente fredde, bagnando nelle ore più calde della giornata, con quantità moderate.

Il segreto per avere un raccolto ricco e gustoso è estremamente semplice: esporre le piante in posizione ben assolata e moderare l’irrigazione, per favorire il massimo accumulo di sostanze nutritive nelle verdure!

Dilemma: seminare o trapiantare?

Nell'orto tradizionale le piantine già sviluppate sono messe direttamente in terra perché il freddo rallenta il processo di germinazione, ed è per questo che si esclude la semina diretta.  

In città invece potrai decidere tu come creare il tuo orto! 

Se vuoi partire dal seme devi sapere che la germinazione è una fase parecchio delicata, richiede tempo e deve essere svolta all’interno di uno spazio chiuso e buio. 

Per cui se vuoi semplificarti la vita, puoi ricorrere a kit di germinazione come questi.

All’interno del Kit troverai tutto il necessario per germinare le tue varietà preferite: una mini serra, i semenzai,  il substrato e tre buste di semi selezionate in base alla stagione.

Inoltre ci saranno le istruzioni che ti aiuteranno in ogni fase della germinazione fino alla fase di trapianto, spiegandoti in modo dettagliato i tempi e azioni di ogni fase, come ad esempio quanto devono essere grandi i germogli per essere portati in vaso.

La messa a dimora

Sicuramente per chi è alle prime armi è consigliato il trapianto, una vera e propria salvezza anche quando si è in ritardo con la semina.

Basterà comprare la piantina, metterla a dimora e prendersene cura fino alla raccolta.

Leggi l'articolo: "4 Elementi da considerare per la messa a dimora delle piante" per un travaso impeccabile!

Cosa piantare nell'orto d'inverno?

Il ventaglio di varietà orticole in città è molto più ampio rispetto a quello delle colture tradizionali in terra. Sul balcone potrai infatti approfittare di un clima più mite grazie al calore emanato dall'edificio e potrai quindi coltivare varietà più insolite. 

Se nell'orto tradizionale sarà necessario adottare piante più resistenti al freddo come:

  • Le cipolle
  • Lo scalogno 
  • I cavoli
  • Gli spinaci

In città sarai ancora in tempo per trapiantare varietà meno freddolose come lattuga, rucola, cicoria rossa e altri ortaggi a foglia che non tollerano né i mesi troppo caldi né i mesi più freddi dell’anno, quindi sono perfette per il clima urbano. 

Inoltre, non possono mancare all'appello le erbe aromatiche, pilastro della cucina italiana. La salvia, il rosmarino, il timo e l’origano sono considerate erbe aromatiche perenni e sono senza dubbio gli aromi che non mancano mai sulla nostra tavola, che sia estate o inverno.

Se vuoi invece sbizzarrirti con varietà meno comuni, scopri quali altre specie puoi coltivare sul tuo balcone in questo periodo dai un'occhiata al nostro catalogo per farti ispirare!

Iscriviti alla newsletter per scaricare la nostra guida alla coltivazione!

Photo by Markus Spiske on Unsplash

Post precedenti Post successivi