Shopping Cart

7 Consigli per l’orto estivo, cosa devi sapere prima di partire per le vacanze

Posted by Marta Ghigliotti on
7 Consigli per l’orto estivo, cosa devi sapere prima di partire per le vacanze

L’orto non va in vacanza!

Se vuoi sperare di avere un bel balcone in fiore e un orto ricco di frutti da raccogliere, dovrai prenderti cura delle tue piante incondizionatamente. 

Con l’arrivo delle vacanze estive e dei weekend fuori porta capita spesso di abbandonare l’orto sperando che al proprio ritorno siano sopravvissute.

La sfida è proteggere le piante, sia dal caldo eccessivo sia dalla carenza d’acqua, soprattutto se appena nate o trapiantate da poco.

Prima di uscire per un weekend fuori di casa ricordati di dare da bere a tutte le piante e di non lasciarle al buio, mentre se invece si trovano sul balcone prova a spostarle in una posizione meno soleggiata e raggruppate insieme in modo che formino un microclima umido

Ma non bastano queste accortezze, se pensi di stare via per più di una settimana, se non hai un vicino di fiducia che potrà innaffiare le piante al posto tuo, allora dovrai trovare qualche altro stratagemma

Hai già pensato come fare quando partirai per le vacanze?  

Se la risposta è no, qui potrai leggere tutti i consigli utili per avere un orto estivo sempre al top, anche se si va in vacanza!

Ecco 7 dritte che ti faranno coltivare in modo superlativo d’estate: 

Il tempismo nella semina e nel trapianto è fondamentale: 

Scegli il momento giusto per iniziare la tua coltivazione, evita di piantare durante le ore del giorno particolarmente calde sfruttando le giornate nuvolose ti garantirà una maggiore rapidità di crescita e un maggior vigore delle tue piantine. Il terreno durante le ondate di calore ed i giorni di sole pieno tende infatti a perdere facilmente umidità a causa dell’evaporazione.

1. Attenzione all’esposizione solare delle tue  piante in vaso: 

Sfrutta la posizione di mezz'ombra e evita quindi di posizionare i vasi rivolti verso sud, ti aiuterà a creare un ambiente favorevole per le tue piantine ed un po’ di riparo per le piante più delicate. Se non hai uno spazio di mezz'ombra è possibile creare delle strutture con degli appositi sostegni metallici, che permettono di sorreggere dei teli di protezione sottili ma resistenti, con trama a rete o tessuto non tessuto. Per creare ombra nel tuo orto, pianifica di posizionare in modo strategico sul lato più soleggiato le piante che amano i raggi solari, mentre in mezz'ombra le piante più delicate. Se vuoi accontentare i bisogni di tutte le piante del tuo orto sfruttando l’altezza puoi trovare consigli interessanti in questo articolo: Come posizionare le piante nel tuo orto verticale

2. L’irrigazione deve essere costante e generosa: 

Non lasciare le tue piantine all’asciutto! Il calore elevato tenderà infatti a aumentare l’evaporazione dell’acqua nel suolo e la traspirazione delle foglie, lasciando la pianta senza riserve d’acqua più in fretta che durante i periodi dell’anno più freschi e miti. Ricorda di irrigare sempre dopo la semina o il trapianto per creare l’ambiente adatto al seme o alle radici. Un trucco per mantenere il terreno umido, soprattutto se sono ancora piantine giovani, consiste nel creare dei piccoli solchi nel terreno, in direzione delle stesse, per facilitare assorbimento dell’acqua.

3. Parti per le vacanze e non trovi nessuno che possa prendersene cura durante la tua assenza? 

Usa una bottiglia d’acqua (1L) e inserisci delle strisce di stoffa dentro e nel collo della bottiglia poi interrala a testa in giù, in questo modo l’acqua passerà dalla bottiglia alla terra con facilità. Volendo esistono anche dei dosatori o dei contenitori che puoi comprare, ma onestamente ne ho provati alcuni e non hanno avuto grandi successi.

E se ti dicessi che c'è un'altra possibilità? Se il fai-da-te non fa per te, la soluzione che ti salverà la vita è l’irrigazione automatica, ti basterà impostare ora e durata, e il sistema darà da bere la giusta quantità di acqua alle piante al posto tuo.

Leggi di più qui: Perché passare all'irrigazione automatica?”

4. Concimare le piante: 

D’estate le piante hanno bisogno di più nutrienti per permettere lo sviluppo dei fiori e dei frutti. Utilizza concimi ottenuto da scarti vegetali, arricchiranno il terreno senza alterarlo o impoverirlo. Evita i fertilizzanti liquidi comuni: se utilizzati in quantità eccessive, possono “bruciare” le piante e sabotare la fioritura e il raccolto.

5. Scegli piante resistenti al caldo: 

Scegli piante perenni, resistenti al caldo e con un apparato radicale esteso. Molte piante annuali hanno radici piuttosto corte e rischiano di seccarsi in estate. Meglio dunque preferire  piante perenni o almeno biennali per i trapianti estivi. Grazie alle piante biennali vedrai fiorire di nuovo il tuo balcone il prossimo anno.

Se le piante sono molto resistenti al caldo vorranno meno acqua e quindi avranno bisogno di meno impegno e attenzioni.

6. La potatura per togliere volume alle piante più grandi:

Se le tue piante hanno bisogno di un taglio durante l’estate, cercate di evitare le giornate o le ore più calde. La potatura serve ad eliminare le parti di troppo della pianta, ad aumentare la produttività, a rigenerare i rami e a donare una forma più compatta e armonica. È però necessario porre attenzione alle foglie che prima della potatura si trovano riparate dalla chioma superiore e che saranno poi esposte verso l’esterno e la luce del sole. Programma quindi la potatura in base alle previsioni meteo, sceglie le giornate più fresche, per evitare che le foglie si secchino a causa del sole e del caldo eccessivo.

7. Scopri la pacciamatura anche in città:

La tecnica della pacciamatura va benissimo anche per le piante in vaso. Ti permette di mantenere un’umidità maggiore nel terreno durante l’estate, proteggendolo dai raggi e dal calore del sole. Il suo impiego aiuta a ridurre le irrigazioni ed evita la fuoriuscita delle piante considerate infestanti nell’orto. I materiali migliori per la pacciamatura sono paglia e pezzetti di corteccia. 

Ora non ti rimane che preparare la lista delle cose da fare prima della partenza e tieni a mente tutti i consigli che hai appena letto e avrai un orto perfetto anche in questa stagione.

Se ancora non conosci Poty, l’orto verticale da balcone perfetto per coltivare tutto l’anno che ti supporta nella coltivazione e che bagna le piante al posto tuo puoi dare un’occhiata alle sue caratteristiche per facilitare ancor più la coltivazione.

Older Post Newer Post